Esposizione tavole di Pia Valentinis per Maripura

Esposizione permanente
Castello Aragonese, dal 12 al 24 marzo 2019, orari di apertura della struttura
Inaugurazione Martedì 12 marzo ore 16:00

Le tavole originali disegnate da Pia Valentinis per il volume L’acqua e il mistero di Maripura (testo di Chiara Carminati, edizioni Fatatrac) in mostra al Castello Aragonese.
Mercoledì 13 e 20 marzo, ore 17:00, lettura ad alta voce di L’acqua e il mistero di Maripura lungo le illustrazioni dell’esposizione. Per bambini dai 7 anni. ingresso gratuito

 

Pia Valentinis, illustratice italiana, è nata a Udine e vive a Cagliari. Si è diplomata all’Istituto d’arte di Udine e nella sua carriera ha illustrato libri per bambini con case editrici nazionali e internazionali, tra cui Rizzoli, Bompiani, Fabbri, Mondadori, Einaudi ragazzi, Editoriale scienza, Edizioni E.Elle, Topipittori, Orecchio Acerbo, Fatatrac, RueBallu edizioni, Edizioni Arka, Nuove edizioni romane, Motta Junior, Giunti, Treccani, Gakken (Giappone), Grimm Press (Taiwan), Grandir (Francia), Hélium (Francia). Suoi libri sono stati pubblicati anche in Corea, Svizzera, Portogallo, Austria, Finlandia, Grecia, Messico.

Il suo primo libro come autrice completa è La duda, edito dalla casa editrice Libros del Zorro Rojo (2010, Spagna; tradotto in danese per Jensen & Dalgaard e in coreano per LUK books). Assieme a Giancarlo Ascari ha scritto e illustrato The green fingers of Monsieur Monet per la Royal Academy of Arts, London (2015, uscito anche in Italia per edizioni Lapis e in Francia per 5 continents editions); Yum!, Zip!, Gong! e Lalala! per le edizioni Franco Cosimo Panini (usciti anche in Russia, Corea e Cina); Ponti non muri edito da Bompiani.

Ha esposto i suoi lavori in numerose mostre, collettive e personali.

Dal 2008 insegna illustrazione editoriale al Master dell’Ars in Fabula di Macerata.
Conduce laboratori di arte visiva per bambini.

Ha vinto la XXI edizione del Premio Andersen di Genova, il maggior riconoscimento italiano dedicato ai libri per ragazzi, nella categoria Miglior illustratore; con Raccontare gli alberi, illustrato assieme a Mauro Evangelista per Rizzoli, ha ottenuto nel 2012 il premio come miglior libro di divulgazione.

Nel 2014 è uscita la sua prima graphic-novel, Ferriera, edita da Coconino Press-Fandango, premiato come Miglior libro a fumetti al Premio Andersen 2015.

 

Esposizione illustrazioni di Pia Valentinis: Ragazze ribelli

Ragazze ribelli: Ipazia, Emily Dickinson, Antonia Pozzi, Pina Bausch nelle tavole di Pia Valentinis

Esposizione permanente
Castello Aragonese, dal 12 al 24 marzo 2019, orari di apertura della struttura

Quello dell’illustrazione è oggi il linguaggio che in assoluto ha centrato al meglio l’obiettivo di dare nuovo impulso alla narrazione, e in generale alla letteratura, rivolta a bambini e ragazzi.
Dopo l’ottimo riscontro dello scorso anno con la mostra dedicata alle opere di Michelangelo Rossato, questa edizione di Raccontami un castello dà particolare rilievo al racconto di figure femminili di spicco della cultura contemporanea – e non solo – attraverso le immagini realizzate da Pia Valentinis  e pubblicate da rueBallu edizioni, raffinata case editrice nel campo della narrativa e della musica.
La mostra si concentrerà sul lavoro realizzato dall’artista per le illustrazioni di biografie di donne illustri del mondo dell’arte e della scienza, in particolare: Ipazia, filosofa e astronoma del 400 d.c.; Emily Dickinson, poetessa dell’800 e divenuta di culto nel XX secolo; Antonia Pozzi, poetessa italiana del 900; Pina Bausch, rivoluzionaria danzatrice contemporanea, creatrice del teatro danza.

Collegata alla mostra, il reading teatrale Ragazze ribelli, in programma domenica 17 marzo alle 17:00 e in matinée per le scuole.

Pia Valentinis, illustratice italiana, è nata a Udine e vive a Cagliari. Si è diplomata all’Istituto d’arte di Udine e nella sua carriera ha illustrato libri per bambini con case editrici nazionali e internazionali, tra cui Rizzoli, Bompiani, Fabbri, Mondadori, Einaudi ragazzi, Editoriale scienza, Edizioni E.Elle, Topipittori, Orecchio Acerbo, Fatatrac, RueBallu edizioni, Edizioni Arka, Nuove edizioni romane, Motta Junior, Giunti, Treccani, Gakken (Giappone), Grimm Press (Taiwan), Grandir (Francia), Hélium (Francia). Suoi libri sono stati pubblicati anche in Corea, Svizzera, Portogallo, Austria, Finlandia, Grecia, Messico.

Il suo primo libro come autrice completa è La duda, edito dalla casa editrice Libros del Zorro Rojo (2010, Spagna; tradotto in danese per Jensen & Dalgaard e in coreano per LUK books). Assieme a Giancarlo Ascari ha scritto e illustrato The green fingers of Monsieur Monet per la Royal Academy of Arts, London (2015, uscito anche in Italia per edizioni Lapis e in Francia per 5 continents editions); Yum!, Zip!, Gong! e Lalala! per le edizioni Franco Cosimo Panini (usciti anche in Russia, Corea e Cina); Ponti non muri edito da Bompiani.

Ha esposto i suoi lavori in numerose mostre, collettive e personali.

Dal 2008 insegna illustrazione editoriale al Master dell’Ars in Fabula di Macerata.
Conduce laboratori di arte visiva per bambini.

Ha vinto la XXI edizione del Premio Andersen di Genova, il maggior riconoscimento italiano dedicato ai libri per ragazzi, nella categoria Miglior illustratore; con Raccontare gli alberi, illustrato assieme a Mauro Evangelista per Rizzoli, ha ottenuto nel 2012 il premio come miglior libro di divulgazione.

Nel 2014 è uscita la sua prima graphic-novel, Ferriera, edita da Coconino Press-Fandango, premiato come Miglior libro a fumetti al Premio Andersen 2015.